Luglio 28, 2021

Anamnesi di un amore©

L’Amore è idea difficile. E’ idea, perchè i vari stadi che compongono la sua struttura e il suo vivere nel tempo, sono molteplici e subordinati a tanti tiranti. Come degli elastici che tirano e tirando si allargano sempre un pò di più. Si chiamano vincoli e sono dei bivi attraverso i quali ci si perde il più delle volte.

L’amore non è infatuazione intanto, anche se deve passare attraverso essa. Non è passione, anche se la passione è determinante. Non è amicizia, anche se l’amore contiene dentro di sè un alto concetto di amicizia disinteressata. Superati, ma non messi da parte, i vincoli che incalzano il concetto comune d’amore, e quindi l’infatuazione, la passione e l’amicizia, che sono i più importanti ma non i soli, rimane, ma più che rimanere, impera la meraviglia dell’amore vero. Fatto di sguardi, di incontri di occhi e di sorrisi, di comunicatività anche silenziosa, di abbracci improvvisi. Di gioia e condivisione, di rinnovamento continuo dell’insieme.

Assieme è un avverbio che è il punto cardine dell’amore più vero e più profondo. Ci si identifica, ci si confronta, ci si protegge, ci si incoraggia, ci si consola. Il tutto in un magica attribuzione di concetti universali che se donati, restituiscono il segreto della felicità. L’amore relazionale è quindi la punta di diamante di un processo che si stabilizza per sempre, come fosse eterno, come fosse il riparo di un arcobaleno che illumina il cuore su qualsiasi strada del mondo e dei pensieri ci si ritrovi. L’amore così come nato, cresciuto e soprattutto in vita, è imprescindibile, forte ad ogni intemperia, esterna, radicata o estemporanea.

Tutto diventa secondario alla primarietà , o quasi, e diventa persino accettabile qualsiasi compromesso che la vita ci ha prodotto e con cui ha impegnato. Perchè l’amore è anche rispetto di qualsiasi cosa esistente e che deve esistere. Risolvere al contrario svilendo, sminuendo o addirittura allontanando l’amore per un vincolo o un impegno, è solo quanto di più intollerabile e brutale si possa fare a se stessi e all’amore. Non ci si rialzerebbe più. Mai più.


udan ©2020